fraMMenti di Vita

 

Centro di Lavoro Biografico 

e Ricerca sulla base dell'Antroposofia 

Mattino di Settembre

 

Quel dì eravamo soli nel bosco,

Io e tu, mia cara figlia,

e andavamo tra chiaro e fosco,

pieno il cuore di meraviglia.

 

Scoprivi sotto le foglie i lamponi

rosa, le fragole rosse e verdi,

ti trascinavi su l'erba carponi,

lanciando dei piccoli gridi acerbi.

 

Io contemplavo ai miei piedi un fiore

giallo smagliante, una pigna bruna;

pensavo senza rimpianto o dolore

alla mia povera fortuna.

 

Poi, rilevati gli occhi, scorgevo

tra i pini radi le cime lontane,

aeree cose di cielo nel cielo,

dolci come le speranze vane.

 

Poi pensavo che bisogna morire,

e trasalivo d'improvviso ai tuoi strilli;

vedevo la tua testa bionda apparire

da dietro una macchia di mirtilli...

 

Era un mattino di settembre, in un bosco.

O forse è stato un sogno anche quello...

E s'era vero, anch'esso ora è morto.

Ma se fu un sogno, fu un sogno pur bello.

Diego Valeri

I nostri passi sulla terra lasciano impronte a volte leggere,

altre più profonde e incisive.

Ogni passo sul nostro cammino modifica la nostra vita

e quella delle persone e delle realtà che incontriamo. 

Quando riguardiamo le impronte lasciate ci appaiono spesso come "frammenti", senza nessun nesso gli uni con gli altri. E' davvero così? 

E' possibile trovare qualcosa che riesca a mettere ordine in questi

"frammenti" per trasformarli in un opera unitaria piena di senso? 

Come può ogni momento della quotidianità assumere caratteristiche spirituali che illuminano il cammino?

Via Illirico,12/A - Milano - GFK

frammentidivita.com   - Conferenze e seminari introduttivi