L'importanza del tempo.

"Non ho tempo", quando avrò tempo", "come passa il tempo", il tempo non passa mai", "il segno del tempo".....

E potremmo continuare in questa sequela di modi di dire, proverbi, luoghi comuni che, mi sento di poter dire, servono da alibi alla nostra frenesia, al nostro correre verso il futuro, al nostro ancorarci al passato o rimanere ingabbiati nella pigrizia.

Nella mia vita mi sono trovata spesso a fare riflessioni sul tempo, sui tempi della vita, sull'influenza del tempo sulle nostre scelte o non scelte.

Quanti errori si compiono nel tentativo di non perdere tempo? Quanti "treni" si perdono nell'affrontare pavidi le sfide della vita?

Quanto tempo viene sprecato in chiacchere inutili? Quanto tempo ci concediamo per affrontare con la comunicazione i conflitti e le sofferenze che ci affliggono?

Quanto tempo dedichiamo al benessere del nostro corpo e quanto poco al benessere dell'anima?

Quanto tempo dedichiamo ad osservare il mondo che ci circonda: le situazioni, le persone, gli animali, la natura i fenomeni della vita?

Quanto tempo offriamo all'ascolto delle osservazioni fatte da altri?


Ieri ho (di nuovo?!?) compreso l'importanza del tempo nella relazione tra l'uomo e il mondo.

Quando guardo il cielo, la luce, le tenebre... oppure un albero, un fiore, un'animale...

cosa vedo?


In questo contatto cosa agisce in me?

Il pensiero o il sentimento? Mi accontento di godere intimamente dello spettacolo che la natura mi offre o sento l'impulso a scoprire cosa la rende tale? Riesco a trattenere il conosciuto e scontato per lasciare che i miei occhi vedano cosa davvero hanno davanti? Posso permettermi di osservare e darmi il tempo perché il "mistero" possa manifestarsi?

Cosa succede se riesco a dare il tempo al mondo di parlarmi nei suoi innumerevoli linguaggi, invece di "tagliare" i tempi cercando facili risposte o appoggiandomi sul già conosciuto?


Forse bisogna solo provare!


46 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

A proposito di... tempo!

A gennaio mi sono decisa a scrivere su questo blog dell'importanza di prendersi del tempo per lasciare che il mondo ci "parli". Subito dopo mi sono ritrovata, io come molti altri in Italia e nel mondo