Lavoro Biografico

un cammino alla ricerca della spiritualità

nel quotidiano

Il lavoro biografico è una possibilità di decifrare quello che definiamo il filo rosso della nostra esistenza, della nostra biografia. L’essere umano deve confrontarsi con sfide diverse rispetto al passato. Un tempo si lottava per conquistare la propria autonomia, per seguire il proprio talento; ora troviamo sul nostro cammino altri “ostacoli” che possono farci sentire “persi”. Ogni biografia racchiude in sé incontri, scontri, momenti felici e dolorosi, gioie, lutti, successi e insuccessi. 

Joseph Beuys, artista tedesco del ‘900, ha affermato “ogni biografia è un’opera d’arte”.  Noi siamo unici, irripetibili, non riproducibili esattamente come ogni opera d’arte. 

Steiner scrive:” Non ci sono due uomini che abbiano la medesima figura spirituale…allo sguardo spirituale scevro da pregiudizi si rivela la differenza…C’è un fatto palese nel quale si esprime questa differenza…Chi rifletta sul carattere della biografia si avvede che, sotto l’aspetto spirituale, ogni uomo è una specie a sé”. (O.O. 9)

Nel lavoro biografico ci possiamo accostare artisticamente alla nostra biografia e a quella di altri; possiamo ricomporre in un’unità piena di senso tutto quello che altrimenti potrebbe apparire come frammenti, come parti di vita scollegate le une alle altre; con altre parole, possiamo ricreare l’opera d’arte della nostra biografia; impariamo ad osservare con sguardo nuovo gli eventi, anche quelli apparentemente insignificanti, della nostra vita e a riconoscere, nella propria essenza, sia noi stessi che gli altri. 

Riconoscersi è un processo interiore di risveglio del proprio Io che diviene consapevole e autonomo.

Il lavoro biografico porta all’incontro con la realtà spirituale della nostra vita, con il nostro Io superiore, artefice del nostro destino. Artefice nel senso di “fare con arte”. 

Un Io che riconosce e vede l’agire, nel dipanarsi della propria vita, delle leggi spirituali che la reggono. 

Un Io che può arrivare a sperimentare, come vera e valida, l’affermazione di Teilhard de Chardin “Noi non siamo esseri umani che vivono un’esperienza spirituale, siamo esseri spirituali che vivono un’esperienza umana”. 

Non c’è spirito senza materia, non c’è materia senza spirito” R. Steiner